Musei in famiglia a Roma nel weekend 


Uno dei miei fuori porta preferiti (lo scelgo spesso) è Roma, a due passi da Napoli (se prenotate in anticipo con i treni veloci i bimbi sono gratis, voi potrete trovare prezzi scontati e ci mettete un’ora) e ha spesso mostre interessanti. Ora ad esempio, ci sono Monet (Vittoriano, fino al 15 febbraio) e Picasso (Scuderie del Quirinale, fino al 21 gennaio).

Il mio problema è sempre stato coinvolgere i bambini e contemporaneamente godermi la mostra. Praticamente “mission impossible” nei Musei italiani che purtroppo da questo punto di vista sono indietrissimo! Ricordo la mostra di Warhol al PAN a Napoli con lab per bimbi come una sorta di miraggio! In passato ho provato il metodo caccia-al-tesoro-fai-da-te suggerito da una blogger romana appunto.

Ma questa volta con le audioguide per bambini ho davvero svoltato e quindi vi racconto la storia del mio sogno che si è finalmente realizzato: 1. vedere la mostra mentre i bimbi girano semiliberi seguendo il loro percorso e 2. vedere il mio giovane ribelle appassionarsi finalmente all’arte proprio grazie all’ autonomia fornitagli dalle audioguide per bambini.

Mi ha raccontato il ribelle che le audioguide raccontano una storia di cui loro seguono il percorso attraverso i quadri (indicati da apposito simbolo) e che sono adatte anche a bimbi molto piccoli. Se sono piaciute a lui, è una garanzia!

La mostra di Monet fornisce audioguide anche i piccolissimi con biglietto gratis (sotto i 4 euro). I 4-11 anni pagano 7 euro. Le file di attesa sono lunghe, consiglio senz’altro la prenotazione online.

Ho trovato più complesso il sistema di prenotazione online della Mostra di Picasso, in particolare volendo prenotare il laboratorio didattico, che è attivo solo in alcuni orari e nei festivi, con conseguente biglietto adulti ridotto per chi prende il laboratorio. Pertanto, non potendo acquistarlo presso negozio fisico a Napoli (sebbene sia previsto sul sito) perché il detto negozio di cui non faccio il nome non sapeva farlo e poiché né vivaticket né l’Ufficio Stampa delle Scuderie del Quirinale ci hanno aiutato a dirimere la questione…. semplicemente  non l’ho fatto. Inoltre non tutte le riduzioni sono valide tutti i giorni (Touring Club…) quindi ho preferito acquistare anche i biglietti sul posto. E, sebbene fosse nel ponte, non ho trovato fila. Questa mostra ha il vantaggio che fino a 18 anni è gratis (audioguide per bambini incluse).

Se l’anno scorso avete visto a Capodimonte il sipario dipinto per Parade, questa mostra vi guiderà anche nella parte appunto delle scenografie teatrali: altrimenti potrete recuperare vedendolo a Palazzo Barberini.

E così, dopo tanta arte per mamma e papà, non poteva mancare la loro tappa obbligata, il Museo Explora. Ci siamo stati tante volte ed è sempre diverso, rinnovato con originalità e grande efficacia comunicativa.  Questa volta ci siamo appassionati al laboratorio sulla bussola, alle sale sulla mobilità sostenibile, sui processi economici, sulla filiera della pizza, sul riciclo dei materiali. Il percorso è a orario fisso, dura 1 ora e 45 minuti e costa 8 euro per tutti (sconti sotto i 3 anni): anche qui consiglio l’acquisto o la prenotazione online.

Info:

Monet http://www.ilvittoriano.com/mostra-monet-roma.html

Picasso https://www.scuderiequirinale.it/mostra/picasso-tra-cubismo-e-classicismo-1915-1925-roma

Explora https://www.mdbr.it

Annunci

L’uscita autonoma è legge

20171015_192717464874818.png

I genitori potranno autorizzare i figli a andare via da scuola da soli al termine delle lezioni.

Questo è il contenuto di un emendamento alla legge votata pochi giorni fa e applicata già da molte scuole ( es. l’IC Fiorelli:
http://www.ic-fiorelli.it/categoria/news-in-evidenza/286/uscita-autonoma-degli-alunni-della-scuola-secondaria-di-i-grado-al-termine-delle-lezioni/ ).

Si conclude così l’Odissea per quei genitori che a inizio anno avevano, come tutti gli anni, firmato la liberatoria in tal senso, per poi sentirsi dire dalla scuola che essa non era più valida, causa nuova circolare del MIUR che interpretava una Sentenza di Cassazione che applicava la legge sull’abbandono dei minori come direttiva per eventuali casi analoghi.

Dopo uno stato di agitazione genitoriale diffuso in tutta Italia con raccolta di firme di cui vi avevo parlato, il Governo (lo stesso che non solo aveva emanato ma poi strenuamente difeso la Circolare), ha ritenuto giusta una riflessione sulla scarsa  correttezza dell’applicazione del concetto di “abbandono” alla situazione di “uscita autonoma a fine scuola” con relativa autorizzazione genitoriale.

Insomma, alzare la voce serve a far ragionare chi ci governa (specie sotto elezioni?) 🙂

E le vostre scuole come si sono riorganizzate?

Ecco il testo dell’emendamento

«I genitori esercenti la responsabilità genitoriale, i tutori e i soggetti affidatari dei minori di 14 anni – recita l’emendamento – possono autorizzare le istituzioni del sistema nazionale di istruzione a consentire l’uscita autonoma al termine del l’orario delle lezioni. L’autorizzazione esonera il personale scolastico dalla responsabilità connessa all’adempimento dell’obbligo di vigilanza».

Giocattolo sospeso 2017

Al via la seconda edizione di “Giocattolo sospeso”, iniziativa #solidale promossa dall’Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli che permette di acquistare presso i negozi aderenti un giocattolo per #Natale da lasciare “in sospeso” per un bambino che altrimenti non lo avrebbe: l’iniziativa si collega al partenopeo spirito solidale che creò quel famoso “caffè sospeso“.
Mercoledì 6 dicembre presso il negozio di giocattoli Leonetti a Via Roma, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di questa iniziativa con gli attori Maria Bolognano e Alessandro Bolide testimonial anzi “testimoni” dell’iniziativa che insieme all’Assessore Alessandra Clemente; Luigi Felaco, Presidente Commissione Scuola del Consiglio Comunale; Claudio Cecere, Presidente Commissione Giovani; Antonio Nocchetti, Presidente dell’Associazione “Tutti a scuola”; hanno illustrato le modalità di partecipazione.

15 i negozi dove potersi recare per acquistare un giocattolo che verrà registrato, messo da parte e dopo le festività, sotto il controllo dell’Assessorato e della Polizia, consegnato ai bambini più bisognosi. I giocattolai, in questo periodo di grande fermento, hanno messo a disposizione le loro risorse e i loro spazi per aderire all’iniziativa che l’anno scorso ha raggiunto i 1000 giocattoli sospesi.

La storica tradizione tutta napoletana del caffè sospeso si trasforma in “giocattolo sospeso” e chiama Napoli e tutti i napoletani per per donare “una carezza e un sorriso” ai bambini della nostra città, perché almeno l’infanzia sia un diritto universale senza barriere né differenze.

Non ci resta che rispondere, magari recandoci con i nostri bambini nei negozi di riferimento, e far scegliere proprio a loro un giocattolo da donare. 

La solidarietà è un  valore che caratterizza la nostra città da sempre, tramandiamola. Adesso tocca a noi!

(di Valentina Castellano)

Per informazioni ed elenco dei negozi aderenti: 

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/34291

Dirette  video registrate su facebook

https://www.facebook.com/identitainsorgenti/videos/2012795605655342/

https://www.facebook.com/identitainsorgenti/videos/2012827208985515/

Brick Live: Lego a Napoli 

Grande affluenza ieri all’evento inaugurale di Lego Brick Live, l’evento internazionale che ha conquistato i bimbi di tutto il mondo, per la prima volta in assoluto a Napoli dall’1 al 17 dicembre 2017 alla Mostra d’Oltremare.

Abbiamo percorso un padiglione di oltre 4.000 mq, circondati da milioni di mattoncini Lego, giocando ai banchi, ai quadri e persino nelle piscine piene di Lego.

Un’occasione in famiglia e per tutte le età. 

Bisogna prevedere che si è in gran compagnia e che potrebbe volare qualche mattoncino, perciò… occhio, soprattutto nelle piscine.

Tante le aree tematiche all’interno del grande open space di Mostra Oltremare, davvero per tutti i gusti. Tra queste:

BRICK PITS: enormi vasconi pieni di lego dove immergersi letteralmente. Chi non ha mai sognato di tuffarsi in una piscina di LEGO?

FAN ZONE: scatena la fantasia e metti in mostra la tua bravura costruendo qualcosa che lascerà a bocca aperta i tuoi amici!

GRAFFITI: come direbbero i Pink Floyd…“another brick in the wall”. E questa volta un muro fatto di emozioni positive, di messaggi, di dediche personali, ovviamente tutto in LEGO. Un muro dove lasciare ricordi ed emozioni, da condividere con i visitatori del giorno successivo.

TECHNIC: per chi adora stupire con i LEGO anche da grande, l’area per i veri appassionati con mattoncini più tecnici e costruzioni veramente…architettoniche!

ANIMALS: che reazione potreste avere davanti ad un enorme elefante tutto di mattoncini? E se fosse una tigre? Un enorme orango? Venite a scoprirlo a Brick Live

RACE RAMPS: costruisci la tua macchinina, che sia colorata, anatomica e soprattutto velocissima. Sfida i tuoi amici e il tuo papà nella gara più divertente, sulle rampe disposte a circuito. Chi vincerà?!

MOSAIC: un tappetone di LEGO su cui camminare e da costruire, come un puzzle gigante

DUPLO: per i più piccini LEGO più grandi e semplici da assemblare. Per ottenere in poco tempo una super costruzione.

CITY: la città dei Lego, da ammirare e visitare.

MINECRAFT: uno dei videogiochi più amati al mondo degli ultimi anni arriva a Mostra Oltremare e incontra i LEGO. Si potrà fare un progetto al pc e poi cercare di riprodurlo nella realtà grazie ai mattoncini. Ed anche qui parte la sfida!

STARWARS: le guerre stellari ed il campo di energia arrivano a Napoli in un’area dove si potrà giocare a creare la propria navicella spaziale.

FRIENDS AND DANCE ZONE: per scatenarsi con gli amici, un’area svago ulteriore all’interno di questa enorme sala giochi. E, a sorpresa, animazioni speciali ed interattive.

ARCHITECTURE: la parte speciale dedicata alle scuole, dove i bambini, grazie all’ausilio di esperti LEGO, potranno imparare la vera storia dei mattoncini, la loro applicazione del mondo del lavoro oltre che del gioco. Dopo aver assistito alla bravura dimostrativa nell’assemblaggio di alcune costruzioni, i bimbi verranno invitati a fare un lavoro di squadra, ad inventarsi piccoli architetti in erba, e costruire il loro progetto. Con ordine e affiatamento, proprio come nei team building che fanno i grandi.


orari:

  • Dal lunedì al venerdì: 9-20 (orario continuato)

  • Sabato: 10-22 (orario continuato)

  • Domenica: 10-20 (orario continuato)

Venerdì 8 dicembre orario dalle 10 alle 22 (orario continuato)


Costi:

–biglietto intero: Euro 14,00 + diritti di prevendita

–biglietto ridotto per disabili, anziani over 65 e bambini dai 3 ai 12 anni: Euro 12,00 + diritti di prevendita

–abbonamento 5 ingressi: Euro 49,00 + diritti di prevendita



 

Biglietti in vendita con Go2 (on-line su http://www.go2.it ed in tutti i punti vendita affiliati) e con Ticket One (in vendita su http://www.ticketone.it ed in tutti i punti vendita affiliati).


I giorni di evento ovviamente sarà aperto anche il botteghino direttamente alla fiera Oltremare.

Servizio webtv del Comune di Napoli:

Il Punto.lettura dal 22 in Biblioteca Nazionale. 

Con grande emozione saremo domani mercoledì 22 novembre 2017, alle ore 16.00, presso la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli dove ri-nasce il Punto Lettura Nati per Leggere! Alla Biblioteca Nazionale di Napoli, un luogo pieno di fascino, apre quello spazio della comunità dove i bambini scoprono parole per nominare il mondo e sentimenti per attraversare la vita: benvenuto Punto Lettura Nati per Leggere Biblioteca Nazionale Napoli, la Casa delle Storie di tutte le bambine e i bambini!

Sono certa che non ci farà rimpiangere la vecchia sede del PAN di via dei Mille!

Dove? Entrati a Palazzo Reale, cercate il Cortile delle Carrozze e in fondo troverete un grande portone in legno.