Nuova App per lo Zoo di Napoli

La novità che oggi ha presentato lo Zoo di Napoli è la nuova App “Zoo di Napoli”, disponibile su Google Play, per giocare ed imparare, e magari condividere l’esperienza con i propri amici su Facebook, Whatsapp, Instagram.

Uno strumento in più per vivere il giardino zoologico, con informazioni per aumentare il piacere della visita, dal pratico allo scientifico, allo storico, ludico o botanico.

Schermate come la mappa interattiva in 3D, dove grazie al Gps è segnata la propria posizione in cammino per i viali, e contestualmente gli animali più vicini che si possono ammirare, oltre a schede complete di tutte le specie che man mano si incontrano, e più in particolare la storia, il nome e le informazioni dettagliate per ogni animale, sono le novità promesse da questa nuova app.

Su altre schermate sono segnalati i punti di riferimento, come le strutture, le aree giochi o le aree pic-nic, e tanto altro per divertirsi, ed allo stesso tempo imparare e condividere.

Una evoluzione che punta soprattutto ai più giovani, abituati alla realtà aumentata, che così sapranno anche la storia del luogo, quando nel 1940 si decise di dedicare un’area di circa 10 ettari ad un Parco Faunistico, che raccogliesse le specie animali dell’Impero.

DOVE:

Zoo di Napoli, Via John Fitzgerald Kennedy, 76

INFO:

 www.lozoodinapoli.it

 Aperto tutti i giorni dalle 9,30 alle 17,00. 

COSTI

BIGLIETTO: € 10,00
NON PAGANO: Bambini da 0 a 3 anni, Disabili+1accompagnatoreOver 70.

Dinosauri in carne ed ossa – Prime impressioni (e disservizi)

Fino al 5 novembre è possibile visitare la mostra “Dinosauri in Carne e Ossa”: un percorso immerso nel verde, lungo circa un paio d’ore, scendendo nel cratere degli Astroni, circondati dalla natura e da fedeli ricostruzioni di dinosauri a grandezza naturale.

Bello, andiamoci! Domenica 12 era bel tempo, perfetto… peccato che la prova di sopravvivenza si sia fermata ben presto…

Per le indicazioni seguite la strada indicata sul sito, il navigatore porta ad un cancello chiuso… ci sono due parcheggi di interscambio serviti da bus ANM (con offerta integrata), peccato che le navette non ci fossero e che non fosse segnalato il disservizio arrivando al cratere…

Una volta arrivati mi accorgo che mezza Napoli aveva avuto la mia idea… mi accoglie una fila chilometrica e scomposta, dopo una decina di minuti di attesa ci rendiamo conto che solo per il biglietto occorrerà un’oretta di fila, quindi rinunciamo.
Per fortuna uno dei dinosauri giganti è visibile già dall’ingresso (vd. foto), riproverò e vi sarò sapere!

Intanto vi dò tutte le informazioni utili che ho reperito:
Conviene attrezzarsi come una gita in montagna: scarpe comode, cappelli, borracce (si possono riempire alla fontanella all’ingresso), una busta per eventuali rifiuti.
Registrandosi sul sito si potrà ritirare un gadget.

Infine gli aggiornamenti ricevuti dalla struttura, dopo le mie lamentele: “Acquistando i biglietti on line non si passa per la cassa e quindi si salta la fila. E’ necessario, però, portare copia cartacea dell’avvenuto pagamento, o lo smartphone che ha ricevuto il QR code, per l’indispensabile vidimazione.
Per il prossimo fine settimana confidiamo nella riattivazione del servizio bus 514
N.B. online si possono acquistare solo biglietti interni, non i ridotti…

Ingresso: 10 €, ridotto 7€, fino ai 4 anni gratis
Oasi WWF Riserva Naturale Cratere degli Astroni
Via Agnano agli Astroni, 468
Tel. +39 081 5883720

Salva

Salva

Salva

Salva

Pietrarsa per famiglie

Tornano le iniziative per i piccoli al Museo Ferroviario di Pietrarsa, domenica 12 marzo.

Vi saranno due appuntamenti grazie a cui i bambini potranno conoscere la storia del sito divertendosi.

Ore 10:30 – Detective al Museo  

I bambini si immedesimeranno in piccoli detective ed avranno il compito di ritrovare un baule contente gli oggetti smarriti nel tempo dai diversi viaggiatori ed attribuirli a questi ultimi.
Ore 12:00– Il Treno del Tempo: stazione Preistoria!

Come sarebbe se all’improvviso vi trovaste catapultati indietro nel tempo fin nella Preistoria?

Un evento dedicato piccoli visitatori che, tra locomotive e carrozze, vivranno un’esperienza fuori dal comune incontrando i dinosauri e l’Homo Sapiens.

Per “Il treno del Tempo” il costo è di 20€ a nucleo familiare (2 adulti+2 bambini).



Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Tel. 081472003

http://www.fondazionefs.it

http://www.museodipietrarsa.it

Visita allo Zoo di Napoli

elefantiPer anni lo zoo di Napoli è stato sempre lo stesso, adesso ogni volta che ci torno lo trovo diverso, sempre con qualche miglioria.

All’ingresso vi sarà data una mappa, approfittatene per chiedere informazioni su eventuali iniziative del giorno, visita al rettilario e sull’orario dei pasti degli animali (vengono comunque annunciati all’altoparlante, ma così potete organizzarvi meglio), meglio ancora consultate il sito e la pagina FB prima di andare per conoscere eventuali iniziative speciali.

Ad accogliervi c’è l’area che ospita gli elefanti, procedendo sulla sinistra c’è l’area della Grande Fattoria, è anche possibile (per un’offerta libera) prendere un coppetto di fieno e semi da dare agli animali.

Ci sono due aree giochi ed una riservata al pic-nic per prendervi i vostri momenti di pausa. Son presenti anche dei punti ristoro, potete organizzarvi per passare l’intera giornata: i miei figli in questo luogo sembrano non stancarsi mai di camminare! Potete dedicarvi all’esplorazione o scegliere il percorso dalla mappa.

Troverete le tigri finalmente in un ampio spazio a loro dedicato e l’ippopotamo con una piscina privata, il laghetto e pavoni che scorrazzano liberi. Spero che si continui così!

Costo: 10 € a persona
bimbi sotto i 3 anni e over 70 gratis
info 08119363154
3886528552
http://www.lozoodinapoli.it
FB

biglietto on line anche su: http://www.etes.it
Lo Zoo di Napoli
Viale J.F. Kennedy, 76

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Fiabe di Primavera 2017 all’Orto Botanico

Tornano all’Orto Botanico di Napoli (per le famiglie tutti i sabato e domenica dall’11 marzo al 4 giugno 2017) le Fiabe di Primavera dei Teatrini, XXI edizione.

Ecco il programma:

dall’11 al 26 marzo: “IL POPOLO DEL BOSCO”

dal 27 marzo al 30 aprile: “ARTU’ E MERLINO”

dal 2 al 31 maggio: “LE FAVOLE DELLA SAGGEZZA”

dal 2 maggio al 4 giugno: “GLI ALBERI DI PINOCCHIO”
spettacoli per max 80 bambini,

Per le scuole:

Dal lunedì al venerdì, due repliche al giorno, ore 9,30 e ore 11

Per le famiglie:
il sabato e la domenica, spettacolo unico alle ore 11.

Prenotazioni e info
:

info: 0810330619 (ore 9,30/17) http://www.iteatrini.it/web

Costo:

Biglietto unico € 7,00
regia e drammaturgia di Giovanna Facciolo

con Monica Costigliola, Alessandro Esposito, Renata Wrobel, Adele Amato de Serpis, Luigi Vuolo, Melania Balsamo, Annarita Ferraro, Dario Mennella, Valentina Carbonara, Antonella Migliore

costumi, maschere e scene di Rosellina Leone, Monica Costigliola, Rosaria Castiglione, Marco Di Napoli

Nasce ufficialmente la rete dei BabyPitStop di Napoli

Quante volte abbiamo scritto sui BabyPitStop e insistito sulla loro importanza? Ebbene ieri c’è stata una svolta importante in questo senso nell’amministrazione della città.

E non stupisce che sia un’Assessora, che ci piace immaginare una mamma come noi, Daniela Villani, a aver sostenuto e firmato un importante accordo in cui il Comune di Napoli si impegna ufficialmente a costruire questa rete di Baby Pit Stop napoletani per incrementare quelli già esistenti.

L’Assessora Villani, riprendendo proprio le parole del nostro post di ottobre, ha dichiarato che “lo scopo è aiutare sempre più mamme a scegliere questo gesto naturale e salutare, ma l’intento è soprattutto quello di offrire gratuitamente questa attenzione, cioè un angolo di privacy, con una poltroncina e un fasciatoio, per allattare e cambiare il pannolino”.
Tecnicamente si tratta di una “Presa d’Atto del Protocollo d’Intesa fra il Comune di Napoli e l’UNICEF per la realizzazione di Baby Pit Stop, nell’ambito del Programma nazionale Insieme per l’allattamento – “Ospedale e Comunità amici dei bambini”.  Il protocollo d’intesa firmato dal Presidente Nazionale del Comitato italiano per UNICEF Onlus, Giacomo Guerrera, e dall’Assessora alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità Daniela Villani, prevede l’allestimento di ambienti protetti, in cui le  mamme possano sentirsi a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino.

Sarà compito del Comune di Napoli, su impulso del Servizio Giovani e Pari Opportunità, sensibilizzare e promuovere l’iniziativa al fine di reperire presso uffici, istituti scolastici e siti di interesse artistico/culturale gli spazi adatti all’implementazione dei Baby Pit Stop.”

L’iniziativa rientra in un più ampio progetto di Azioni sulla conciliazione tra lavoro familiare e lavoro professionale, messe in campo dall’amministrazione comunale per agevolare sia i dipendenti della Pubblica Amministrazione che la cittadinanza tutta. 

Tra i maggiori sostenitori dell’iniziativa, il Presidente della Commissione Qualità della Vita e Pari Opportunità, Francesco Vernetti: “Un progetto che pone attenzione alla mamma e al bambino. Una mini area-ristoro, dove la mamma che allatta sarà la benvenuta e dove saranno garantiti accoglienza, riserbo e discrezione”.