Circuba: il circo acrobatico senza animali

Siamo andati a vedere il Circuba: il circo senza animali, ospitato nell’ex area cinodromo (vicino Edenlandia) fino al 24 marzo. Tanta allegria, ritmo e acrobazie.

Il filo conduttore è un viaggio che vi porta nelle atmosfere cubane con musiche, balli e costumi del luogo. Ci sono acrobati, clown, giocolieri, funamboli e trapezisti. Torri umane, salti di ogni tipo, danza aerea. Il tutto è ballato e coreografato dall’inizio alla fine, come in uno spettacolo.

Punto a favore: la musica è suonata dal vivo con strumenti e voce.

Punto a sfavore: il costo del biglietto (da 15 a 40 €) paragonato ai circhi classici. Fortemente consigliato l’acquisto su Groupon o online almeno 24 ore prima dello spettacolo, in questo ultimo caso i biglietti sono scontati, senza differenza per il ridotto e non è necessario convertire il biglietto alla cassa. Da tener conto che il tendone è piccolo, non c’è una grande differenza di visuale tra una fila e l’altra.

NAPOLI EDENLANDIA VIALE KENNEDY  (area ex Cinodromo)

Spettacoli:
Giovedì, venerdì e sabato ore 17,30 e 21
Domenica ore 16 – 18,30 e 21

Info 331/5037118 –331/3194441
www.circuba.it

Annunci

E se li allenassimo all’Arte?

Ho sperimentato i laboratori di arte per bambini di Rosa Rongone 6 anni fa, con i miei figli. È stata una bellissima esperienza, piacevole formativa al tempo stesso.

Dal 23 Rosa avrà uno spazio tutto suo a Bagnoli e, con le info che seguono, le invio il mio più grande “in bocca al lupo”… è di persone come lei che la nostra città ha bisogno!

***
A Bagnoli c’è, da sabato 23 Febbraio alle ore 17:00, la “Palestra ARTErnativa”, il primo spazio per bambini e adulti completamente dedicato all’arte, dove tra percorsi e progetti, i più piccoli si “allenano” a vedere il mondo con occhi diversi, per poi provare a cambiarlo, utilizzando come attrezzi le vite degli artisti e i loro occhi aperti sulla vita.

L’obiettivo è spronare, stimolare e accrescere la sensibilità, la creatività, la capacità di osservazione, la possibilità di cambiare il mondo immaginandolo diverso.

In una palestra canonica gli attrezzi sono i pesi, i macchinari o i vari oggetti legati alle discipline sportive.

In una palestra ARTErnativa gli attrezzi sono le esperienze degli artisti con il loro vissuto e il loro modo di percepire il mondo.

Non si copiano le opere ma si impara da esse, per mettere in pratica il personale mondo interiore.

Nell’evento di apertura, aperto al pubblico e a tutto il territorio, si potrà visitare lo spazio, arredato esclusivamente con materiale riciclato che riprende vita nella sua forma più artistica proprio dalle mani di Rosa, e verranno illustrati i progetti e i percorsi artistici previsti.

I bambini sono invitati a partecipare all’evento vestiti dal loro artista, o dal loro quadro, preferito.

Ogni socio avrà la Socio c’ART dove potrà appuntare ogni mese il tipo di allenamento scelto, in base all’età, e il percorso svolto.

A fine anno ci sarà una scheda da compilare scrivendo l’artista preferito, motivazioni e se e in che modo l’allenamento ha fatto effetto.
Ogni socio avrà la tessera e una pins di palestra ARTErnativa.
Si possono saltare gli allenamenti essendo però consapevoli che, esattamente come nello sport, si tratta di un percorso che ha la sua efficacia solo se continuativo.

Chi è l’Art- Trainer Rosa Rongone?
Dopo la Laurea si trasferisce a Roma per lavorare in teatro avendo acquisito il diploma in arte drammatica. Dopo tre anni di esperienza professionale in diversi teatri della capitale decide, per amore della sua città, di rientrare a Napoli e provare a trasmettere l’amore per la bellezza e il rispetto, a partire dai bambini.
Organizza dunque percorsi artistici, espressivi ed emozionali divisi per fasce dai 4 ai 13 anni. Ogni età con il suo cammino annuale fatto di incontri con artisti studiati appositamente per la loro fase di crescita emotiva ed esperienziale. I seenni, ad esempio, che vivono un delicato momento di passaggio dall’asilo alle elementari, hanno una sezione dedicata appositamente a loro, con la tematica dello SGUARDO conoscendo artisti come Cezanne, Munari, Rotcko, Modigliani e altri…mentre i più grandi di 12 e 13 anni hanno come tematica il CAMBIAMENTO quindi si vivono artisti come Frida, Hopper, Turner, Bramblitt, e così via.
La passione per il teatro la spinge a lavorare con I Teatrini di Napoli e collabora con la bravissima Giovanna Facciolo alla realizzazione di uno spettacolo di riscoperta delle piccole cose: “Con la luna per mano”, grazie al quale incrementa il proprio immaginario.
Di anno in anno sempre più bambini e anche adolescenti hanno partecipato all’esperienza offerta da Rosa che inserisce all’interno del percorso tutto il suo bagaglio culturale, dalla musica al teatro, dagli studi umanistici a quelli d’arte. Inoltre sviluppa un particolare e nuovo modo di realizzare feste per bambini dove al centro c’è il festeggiato con la sua storia, le sue preferenze, i suoi amici, che vivranno una favola da protagonisti, scritta per loro e quindi sempre diversa e con tutte le caratteristiche tipiche di protagonista, antagonista, intreccio, imprevisto e morale. Il momento creativo è sempre alla base, ma fondamentale sia per i percorsi d’arte che per le storie dei bambini è la condivisione di una esperienza.
Il prossimo obiettivo di Rosa è aprire i percorsi anche agli adulti e sta scrivendo attualmente un libro intitolato “Art-trainer” per diffondere il suo metodo ed essere un valido aiuto per insegnanti, educatori e chiunque voglia approcciarsi in maniera alternativa al mondo meraviglioso dell’arte.

Appuntamento via Plinio, Bagnoli, ore 17 tel 3484035905

I Musei delle Scienze Naturali di Napoli

Museo Mineralogico – foto dal sito

Forse non tutti sanno che nei pressi di Via Mezzocannone ci sono ben 5 musei molto interessanti ed economicissimi. Esposizioni che sarebbero in primo piano in molte altre città ma che ritengo non siano sufficientemente valorizzate nella nostra città che ha così tante cose da vedere che ci si “sperde in mezzo al bene”…

La gestione è dell’Università e quindi un punto dolente è che non è visitabile nel weekend, salvo aperture straordinarie (comunicate anche su FB).

  1. Museo Zoologico: due enormi sale con animali impagliati di tutti i tipi e grandi scheletri nel corridoio centrale. Ci sono cartelli esplicativi e vari cartelloni che spiegano delle curiosità;
  2. Real Museo Mineralogico: è situato nella prestigiosa e maestosa Biblioteca del Collegio Massimo dei Gesuiti è tra le collezioni più importanti a livello mondiale, 25.000 reperti tra cui spicca una coppia di cristalli di quarzo di 482 Kg!
  3. Museo di Antropologia: questo è piccolo ma conserva reperti preistorici, crani e scheletri, armi e oggetti provenienti da Africa e Nuova Zelanda tra cui scudi in pelle di elefante, giraffa e coccodrillo.
  4. Museo di Fisica: consigliato ai più grandi e da noi non visitato, ospita diversi strumenti di misurazione.
  5. Museo di Paleontologia: questo è dislocato nella sede del monastero dei Santi Marcellino e Festo lì vicino e non abbiamo fatto in tempo a vederlo ma ci torneremo (il biglietto è sempre valido) per il pavimento maiolicato e, soprattutto, per la sala del Dinosauro e i numerosi fossili.
Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche dell’Università di Napoli Federico II
Via Mezzocannone 8

Orari di visita

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.30
lunedì e giovedì dalle ore 14.15 alle 16.30

Ingresso

1 museo: ragazzi 1,50 – adulti 2,50 – famiglia 5,00
2 musei: ragazzi 2,00 – adulti 3,50 – famiglia 7,00
4 musei: ragazzi 3,00 – adulti 4,50 – famiglia 8,00
5 musei: ragazzi 4,00 – adulti 6,00 – famiglia 10,00

Grazie a Laura per il prezioso suggerimento nel suo articolo

Teatro a merenda a Sant’Agata dei Goti

Il Casale delle Arti
presenta
Teatro a merenda
Laboratorio di Ecoteatro e Merenda per bambini e ragazzi
a cura di Giorgia Guarino

Un laboratorio di ecoteatro ,un laboratorio ispirato ed in stretta relazione con la natura circostante. Un laboratorio in cui il verde delle foglie, la pioggia che bagna il terreno, il mormorio degli uccelli tra le fronde del lauro saranno pura linfa per il lavoro che faremo insieme.

Un lavoro di consapevolezza corporea, di relazione con i compagni e con lo spazio circostante, una continua ricerca e sperimentazione mettendosi in gioco, rimanendo in ascolto e rispondendo agli stimoli che regala la natura generosa e, magari, donandogliene di nuovi.

Il laboratorio non sarà solo un momento di condivisione di gioco teatrale, condivideremo pezzetti di vita, condivideremo uno dei momenti più gioiosi della vita di un bambino: la merenda e la scoperta della possibilità di prepararsela da soli, mettendoci le mani, l’impegno, il gioco, la collaborazione, proprio come avviene col teatro.

Un vecchio proverbio un po’ brontolone, ma anche molto saggio dice” Prima di conoscere bene una persona, ci devi mangiare insieme sette rubbi di sale…….…”, sostituiremo il sale con lo zucchero e faremo la stessa cosa… ci conosceremo condividendo la merenda.

Qui le ricette: https://www.youtube.com/watch?v=QBHLiteCpfs

Il laboratorio sarà articolato nel seguente modo:

-preparazione della merenda, i bambini saranno impegnati nella preparazione di un dolcetto

-mentre il dolce è nel forno noi giochiamo a fare teatro, o meglio ecoteatro, un laboratorio teatrale ispirato dalla Natura e a Lei e strettamente connesso

-quando il dolce è pronto, anche noi saremo pronti per fare merenda insieme

Qualche dettaglio in più…

Dove? Nella struttura artistica eco-integrata Il Casale delle Arti, in Sant’Agata de’Goti http://www.ilcasaledellearti.org/ilcasalewordpress/?page_id=104

Gli spazi del laboratorio: per l’ecoteatro avremo a disposizione la campagna che circonda il casale, gli spazi attorno alla biopiscina e la sala curcuma, uno spazio al chiuso le cui grandi vetrate richiamano le forme di uccelli con le ali spiegate, il saliscendi delle colline circostanti e al cui interno entra tanta luce e verde, il pavimento è in legno e sa di spezie.http://www.ilcasaledellearti.org/ilcasalewordpress/?page_id=135

La merenda: useremo solo prodotti freschi, lo zucchero è grezzo di canna, l’olio è quello spremuto a freddo dalle olive del casale da noi raccolte a mano, la farina la compriamo in un mulino qui vicino e il miele da un apicoltore, che lo fa così buono che sembra cioccolata.

E i genitori?

Sono i benvenuti! durante la preparazione del dolce ed il laboratorio potranno utilizzare gli altri spazi al chiuso o all’aperto del Casale per rilassarsi un po’o potranno fare una passeggiata nei dintorni, siamo a 10 minuti dal centro storico di Sant’Agata de’Goti, o magari potranno andare a comprare la farina o il miele o tante verdure buone per preparare la cena.

E a merenda potranno bere con noi una tisana con erbette aromatiche ed assaggiare le squisitezze preparate dai loro figli.

Tempi

Due sabati al mese da ottobre a maggio, due ore ad incontro. L’orario di inizio segue le ore di luce,variando dalle 16 alle 17 a seconda del mese

Calendario

Ottobre: 20 dalle 16.30 alle 18.30

Novembre: 10-24 dalle 16 alle 18

Dicembre: 1-22 dalle 16 alle 18

Gennaio: 12-26 dalle 16 alle 18

Febbraio: 9-23 dalle 16.30 alle 18.30

Marzo: 9-23 dalle 16.30 alle 18.30

Aprile: 6-13 dalle 17 alle 19

Maggio: 4-18 dalle 17 alle 19

Giugno: 1 dalle 17 alle 19

Il laboratorio è aperto ad un numero massimo di 10 partecipanti.

Costo: 120 euro, 100 euro per il secondo fratello

Per prenotazioni e maggiori informazioni
Ass cult.Il Casale delle Arti 3474083461 info@ilcasaledellearti.org
http://www.ilcasaledellearti.org

Masha e Orso l’8 dicembre alla Mostra d’Oltremare.

Le feste di Natale a breve saranno alle porte, quale modo migliore che inaugurarle, l’8 dicembre, con un evento tutto dedicato ai più piccoli?

Soprattutto se l’evento in questione è il nuovo Musical “Natale con Masha e Orso”che si terrà al Teatro Mediterraneo di Napoli (Mostra d’Oltremare, Ingresso Viale Kennedy 54) dalle ore 16:00 alle ore 19:00.

Lo spettacolo è organizzato dalla EMA Srl, società di management e produzione che lavora nel campo musicale, teatrale e della comunicazione.

Per l’occasione sarà allestito, sin dalle ore 10:00, un caratteristico “Villaggio di Babbo Natale” per fare in modo che i bambini, con le loro famiglie, possano trascorrere un’intera giornata immersi nella magica atmosfera natalizia insieme a quelli che sono i personaggi dei cartoon a cui sono più legati, Masha e Orso, questa volta addirittura in carne ed ossa, con uno spettacolare musical che rappresenta la trasposizione teatrale della nota serie animata: così come in Tv, anche lo spettacolo live si propone di raccontare, con tenerezza e simpatia, le avventure tra la piccola e dispettosa protagonista Masha ed il suo grande amico saggio e paziente, Orso.

L’avventura live riprende il significato più importante della storia originale russa, raccontare attraverso metafore la relazione tra il bambino e l’enorme mondo che lo circonda. Nello spettacolo emerge il valore dell’amicizia e l’importanza del rapporto educativo tra il bambino e l’adulto. Il tutto attraverso una storia che scorre in modo semplice e spiritoso, destinata ad un pubblico infantile, ma anche adulto, in quanto il messaggio lanciato in primis ai bambini ricade indirettamente anche sui genitori, che hanno il compito di affiancare i figli – con la stessa pazienza di Orso – nella crescita, senza mai farli sentire soli e soddisfacendo la loro sete di conoscenza.

Link Evento Fb Natale con Masha e Orso:https://www.facebook.com/events/2153059988262165/

I biglietti sono in vendita presso le prevendite del circuito Go2 – www.go2.it . I costi dei biglietti sono i seguenti: 1° settore = euro 18,00 + diritti di prevendita / 2° settore = euro 15,00 + diritti di prevendita / 3° settore = euro 13,00 + diritti di prevendita.

E’ possibile per gli associati ai CRALottenere il 30% di sconto. Per maggiori informazioni rivolgersi all’Ufficio Stampa.

Domenica family antica Capua

Una Domenicalmuseo all’insegna della storia, dell’archeologia e del gioco è in programma il prossimo 4 novembre 2018 a Santa Maria Capua Vetere dove il pubblico di visitatori – ingresso gratuito al sito – potranno visitare dalle ore 11 l’Anfiteatro Campano, con i suggestivi sotterranei, e il Mitreo – al costo di €5 a persona (dai 12 anni) su prenotazione – con un percorso guidato a cura degli archeologi de Le Nuvole, concessionarie nell’ambito del Consorzio Arte’m net dei servizi per la didattica all’interno del circuito archeologico.

Sarà possibile inoltre proseguire, autonomamente, la visita nelle sale del Museo Archeologico dell’Antica Capua che ospita la mostra ANNIBALE A CAPUA, prorogata fino al 20 novembre 2018. Il progetto espositivo evidenzia il percorso di Annibale dai suoi inizi fino a Capo Lacinia, quando Scipione decide di spostare la guerra a Cartagine, con la famosa battaglia di Zama che segna la sconfitta di Annibale attraverso l’allestimento di oltre cento opere, pannelli esplicativi, suggestivi video ed elementi di multimedialità che rendono tutto estremamente empatico per il visitatore.

Proprio l’elefante da guerra, simbolo dell’impresa di Annibale Barca, noto al pubblico con il nome di Surusè divenuto la mascotte di ARTETECA LUDOTECHE MUSEALI uno spazio permanente di apprendimento e di giocorealizzato all’interno del Museo dell’Antica Capua per l’omonimo progetto selezionato da CON I BAMBINI Impresa Sociale nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. La ludoteca, aperta tutto l’anno con laboratori di manipolazione, disegno, teatro e motricità, ospita tutti i giorni bambini di età compresa fra i 3 e i 6 anni, che vivono in condizioni di povertà educativa e residenti a Santa Maria Capua Vetere.

In occasione di questa prima domenica del mese di novembre le porte della ludoteca, dalle ore 10 alle ore 13 resteranno aperte – con ingresso gratuito – anche per tutto il pubblico di bambini e ragazzi in vista al museo archeologico per lavorare insieme sulle emozioni. Lo spavento provato dai bambini che hanno osservato l’antefissa a testa di gorgone esposta nelle sale museali lascia il posto alla Vittoria, personificata dalla statua della Nike di Capua: è la felicità di raggiungere con gioia i propri obiettivi, piccoli o grandi che siano. I bambini potranno osservare da vicino e toccare la splendida statua che ornava l’Anfiteatro campano, altissima ma senza volto. E, per questo, toccherà a loro rappresentarlo. Quali sembianze potrà avere? Lo si potrà scoprire solo osservando i lavori dei ragazzi una volta conclusi.

Il circuito archeologico dell’Antica Capua rivolge da anni insieme alla Cooperativa Le Nuvole la sua attenzione a programmi e progetti dedicati alle nuove generazioni– dichiara Ida Gennarelli, direttrice Museo Archeologico dell’Antica Capuacomprendendo il significato educativo di accostarsi in maniera ludica e sin dai primi anni di vita alle bellezze del nostro patrimonio, suscitando la curiosità dei più piccoli che, attraverso la narrazione degli oggetti esposti nei musei, entrano in contatto la Storia. Le attività realizzate nell’ambito ed in collaborazione con gli operatori della Cooperativa Città Irene che sono attivi nella ludoteca offrono l’occasione a tanti bambini e ragazzi, che diversamente non si sarebbero accostati a questo mondo, di entrare in contatto con l’arte e di vivere il museo come un luogo aperto dove divertirsi e, allo stesso tempo, riflettere e ritrovare noi stessi”.

DOMENICALMUSEO 4 novembre 2018:

>ore 10/13 attività laboratoriale a cura diARTETECA ludoteca museale (dai 3 anni)c/o Museoin via Roberto d’Angiò 45_gratuito a ingresso libero;

>ore 11 visita guidata ad Anfiteatro Campano e Mitreo (dai 12 anni)_€5 cad._su prenotazionea Le Nuvole 0812395653 (feriali 9/17) arte@lenuvole.como biglietteria Anfiteatro 08231831093 (orari apertura);

>ore 9/19.30 ingresso gratuito al Circuito Archeologico dell’Antica Capua (accesso dalla biglietteria dell’Anfiteatro Campano c/o Piazza I Ottobre).

INFO
www.lenuvole.it

info@lenuvole.com e alla pagina fb @teatrolenuvole

pm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it e alla pagina fb @anticacapuacircuitoarcheologico e twitter@museosmcv

twitter@museosmcv