Storie di giocattoli: a San Domenico Maggiore 1500 giocattoli in mostra fino al 19 marzo 2017

A volte il collezionismo arriva a punti di passione tali da far sì che da una collezione possa nascere un museo. E’ accaduto a Vincenzo Capuano, in grado negli anni di raccogliere circa 1500 giocattoli dal ‘700 alle Barbie e docente di “storia del giocattolo” alla UNISOB.  E’ proprio questo il sottotitolo della mostra inaugurata a inizio dicembre nella splendida cornice del convento di San Domenico Maggiore e che sarà visitabile fino al 19 marzo 2017. Storie di giocattoli raccoglie in colorate teche tematiche i reperti del museo del giocattolo (Suor Orsola Benincasa) intitolato a Ernst Lossa, giovane vittima della barbarie nazista.

Si spazia dalle bambole di ogni epoca ai giocatoli in latta, dalle marionette alle trottole, da aeroplanini a robot che ricordano i primi film di fantascienza, dai primi G.I. Joe alle barbie, da una vecchia tombola ad un vecchissimo “giuoco” dell’oca.  Non mancano i giocattoli di guerra… il pinocchio balilla armato, come non mancano i gadget pubblicitari e “giocattoli” che avvicinano alla settima arte come lanterne magiche e caleidoscopi.

Non riporto altre fotografie per non rovinare la sorpresa di riscoprire vecchi giocattoli, che paradossalmente forse attirerà più i grandi che i piccolini.

Prima dell’uscita… una partita ad un gioco dell’oca dal sapore borbonico è inevitabile… il gioco è a grandezza naturale… ed i bambini son loro stessi le pedine.

Maggiori dettagli,  Orari, info e costi della mostra Storie di Giocattoli sul sito del comune

Fabrizio (da diarionapoletano.worpress.com)

Annunci

A PAN i bambini sono ROCK!

Il Palazzo delle Arti di Napoli ospita per la quarta volta ROCK!, la mostra internazionale sul rock e i suoi linguaggi.

Nelle prime tre edizioni hanno visitato la mostra ben 39.000 visitatori, per più di 50 appuntamenti tematici, incontri con protagonisti della scena musicale internazionale e italiana, oltre 60 itinerari guidati con scuole, accademie, licei d’arte, associazioni culturali e studenti universitari; proiezioni di documentari esclusivi; presentazioni di libri, cd e live-set coinvolgenti.
La mostra internazionale sul rock e i suoi linguaggi è ideata e diretta da Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, giornalisti, critici musicali e docenti di storia del rock.

Anche quest’anno la mostra includerà migliaia di oggetti tra memorabilia, gadget, vinili, audiovisivi, fotografie, manifesti d’epoca, strumenti musicali (e molto altro) provenienti da alcune tra le più importanti collezioni private italiane ed europee.

Come è ormai consuetudine, inoltre, partiranno domani, sabato 1 marzo 2014, le attività di Baby Rock.

Dalle ore 11.00 alle ore 13.00 le sale del II piano del PAN | Palazzo delle Arti Napoli (via dei Mille 60) ospiteranno le attività dell’area tematica BABY ROCK!, con attività ludico-didattiche per bambini dai 4 ai 12 anni [accompagnati dai genitori].

Ogni sabato mattina – dal 1° marzo al 5 aprile 2014 – dalle ore 11.00 alle ore 12.00 verranno proposte attività pittorico/grafiche a cura delle Scuole del Suor Orsola Benincasa di Napoli e, dalle ore 12.00 alle ore 13.00, si terranno lezioni di inglese ‘a suon di rock’ con gli insegnanti del British Council – Napoli.
Le attività dell’area ‘Baby Rock’ sono destinate ad un massimo di 20 bambini, accompagnati dai genitori: quest’area torna a caratterizzare la programmazione del sabato mattina della mostra ROCK! per il terzo anno consecutivo.

Mostra ROCK Napoli

La mostra “ROCK!4” è visitabile tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30 – la domenica dalle ore 9.30 alle 14.30. Il martedì sono chiuse le sale espositive.
L’ingresso alla mostra è gratuito.

Per informazioni consultare la pagina ufficiale della mostra ROCK!: Mostra Rock Napoli.

Bambini gratis a Città della Scienza

Ricominciamo dai dinosauri

Da sabato 18 gennaio ingresso gratuito a Città della Scienza per tutti i bambini fino a 12 anni dalle 10 alle 13.

L’iniziativa non è riservata solo alla giornata di sabato ma probabilmente si ripeterà anche in altri giorni.

Ma nel frattempo se non avete ancora deciso cosa fare nel prossimo weekend questa potrebbe essere l’occasione giusta per visitare insieme ai bambini le mostre che sono attualmente allestite negli spazi di Città della Scienza nell’ambito di Futuro Remoto 2014: Brain – i visitatori potranno camminare all’interno di un modello del nostro cervello, i cui straordinari fenomeni sono stati ingranditi per portarli alla nostra stessa dimensione – la mostra sui Cuccioli e le Uova di Dinosauro – che ricostruisce in scala reale diversi nidi rivenuti negli ultimi anni, offrendo ai piccoli visitatori la possibilità di scoprire com’erano i cuccioli di dinosauro appena usciti dalle uova, e come gli adulti si prendevano cura di loro.

Inoltre nella mattinata i piccoli visitatori potranno prendere parte ai laboratori con l’argilla e scoprire il mondo delle formiche tagliafoglie.

Tutte le info qui

MammaNews

Rock!3 La mostra sul rock al Pan

E’ da tre anni che vado al Pan a vedere questa mostra e l’anno scorso e quest’anno ci ho portato mio figlio, oggi quattrenne, che ha goduto immensamente delle grandi sale addobbate a tema rock!

Chitarre

La mostra è ricchissima di colore, sono esposti oggetti bizzarri provenienti da collezioni private, immagini che raccontano la storia del rock, chitarre, album storici, quadri e molto altro.

Mio figlio è rimasto incantato e molto divertito di fronte a istallazioni come queste: ecco la nuvola di Anna Amoretti

Nuvola di Anna Molinari

E la sala Rock legend piena di curiose installazioni

Rock legend

Ed è impazzito di fronte al Sottomarino Giallo dei Beatles

Il sottomarino dei Beatles

Insomma un giro alla mostra è stata un’occasione divertente per raccontargli un po’ di curiosità del mondo della musica e immagino che per i bambini un po’ più grandicelli, che magari ascoltano Justin Bibier e basta, può essere un modo intelligente per scoprire i grandi della musica rock, che in qualche modo hanno cambiato il mondo e suggestionato intere generazioni.

Se avete dei bambini andate il sabato mattina, potranno partecipare ai laboratori Baby Rock (dalle 11 alle 12): insieme ad Irene Manco disegneranno delle t-shirt personalizzate con colori fluo o scriveranno sulle magliette delle citazioni dei grandi musicisti del rock.

I laboratori sono pensati per bambini dai 4 ai 9 anni e questa in foto è la galleria di t-shirt realizzate dai piccoli partecipanti sabato scorso.

...grande successo per il primo appuntamento di BABY ROCK! :-)

La mostra ROCK!3 è aperta fino al 24 febbraio in questi orari:

– tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30 (domenica dalle ore 9.30 alle 14.30).

Il martedì sono chiuse le sale espositive.

L’ingresso alla mostra è gratuito.

Questa la pagina Facebook ufficiale