Fiabe d’autunno 2019: Teatrini all’orto Botanico

Al via la 24° edizione della rassegna de I Teatrini e dell’Università degli Studi Federico II

FIABE D’AUTUNNO ALL’ORTO BOTANICO

Dieci titoli in programma, ogni sabato e domenica dal 14 settembre al 17 novembre 2019 (e sempre alle ore 11)

“Storia di un albero e di un bambino”, sabato 14 settembre 2019 (ore 11, replica domenica 15) è lo spettacolo di Giovanna Facciolo con cui si inaugura la 24 edizione delle “Fiabe d’Autunno” all’Orto Botanico di Napoli.

La rassegna dedicata ai piccoli, tra le più longeve in Italia, è ideata e promossa dall’Associazione I Teatrini e realizzata con l’Università degli Studi Federico II in collaborazione con la Regione Campania ed il Comune di Napoli.

Proseguirà fino al 17 novembre con dieci titoli che propongono riscritture originali di favole e racconti di Esopo, Fedro, La Fontaine, Shel Silverstein, Lyman Frank Baum, James Matthew Barrie, Fratelli Grimm, Hans Christian Andersen, Carlo Collodi, Lewis Carroll.

“24 anni fa – sottolineano Giovanna Facciolo e Luigi Marsano, rispettivamente direttori artistico ed organizzativo de I Teatrini – iniziammo questo percorso e da allora, con un entusiasmo sempre crescente affrontiamo il nostro quotidiano impegno per i ragazzi, nelle tante programmazioni, in autunno, inverno, primavera e, quest’anno anche d’estate, per offrire ai piccoli spettatori napoletani, al pari di tante consolidate realtà nazionali, concrete opportunità di conoscenza, incontro, riflessione e svago”.

La rassegna comincia con un testo originale, scritto e diretto da Giovanna Facciolo, attraverso cui si propone la storia di un albero e del suo rapporto con un bambino. Liberamente ispirato ad un racconto illustrato di Shel Silverstein, è interpretato da Jessica Festa, Antonio Torino, Viviana Ulisse; costumi di Antonietta Rendina, scene di Monica Costigliola.

“E’ il delicato racconto – sottolinea Giovanna Facciolo – dell’amore di un albero per un bambino, amico e compagno di giochi. Un sentimento che la meravigliosa pianta conserverà nel tempo, senza riserve. Come un grande genitore, seguirà le tappe della sua vita, dall’infanzia alla vecchiaia, ognuna segnata da urgenze e richieste differenti, sempre più grandi e impellenti”.

Dopo la “Storia di un albero e di un bambino”, le Fiabe d’Autunno proseguiranno con Il popolo del bosco (21 e 22 settembre), Le favole della saggezza (28 e 29 settembre), Nello specchio di Biancaneve (5 e 6 ottobre), Nel regno di Oz (12 e 13 ottobre), Con le ali di Peter (19 e 20 ottobre), Un brutto anatroccolo (26 e 27 ), L’albero del sole (2 e 3 novembre), Gli alberi di Pinocchio ( 9 e 10 novembre), Come Alice… (16 e 17 novembre).

Le fiabe all’Orto Botanico sono ormai un appuntamento atteso, nella programmazione autunnale così come in quella primaverile, per migliaia di persone, adulti e bambini, che ritrovano, a contatto diretto con la natura, momenti di gioco e di studio entrando in relazione attiva con personaggi e storie che appartengono alla nostra cultura ed alla nostra civiltà.

Biglietto: euro 8, unico per adulti e bambini; info e prenotazioni tel. 0810330619 (ore 9,30 – 15,30) http://www.iteatrini.it

Annunci

Fiabe di Primavera 2018 all’Orto Botanico di Napoli

Tornano LE FIABE DI PRIMAVERA 2018 all’Orto Botanico di Napoli, dal 17 marzo al 10 giugno, ogni sabato e domenica, ore 11, per famiglie.

Nel magnifico giardino napoletano di via Foria si svolgeranno gli affascinanti percorsi teatrali proposti dall’Associazione I Teatrini e dall’Università degli Studi Federico II e realizzati per La Scena Sensibile in collaborazione con la Regione Campania ed il Comune di Napoli.

Gli spettacoli si svolgeranno tutti i giorni e saranno dedicati alle famiglie nei weekend.

In questa nuova stagione, che annuncia circa 80 giorni di spettacolo per oltre 130 repliche, l’autrice e regista Giovanna Facciolo, mette in scena per I Teatrini alcuni tra i titoli di maggior successo fin qui prodotti, a partire da Il popolo del bosco (il primo ed il più longevo, giunto al 22 ciclo di repliche) con Monica Costigliola, Renata Wrobel, Alessandro Esposito (maschere, figure e costumi di Bruno e Rosellina Leone) in una nuova edizione in programma sabato 24 marzo (ore 11, replica domenica 25).

Nel magico scenario del Real Giardino delle Piante, voluto nel 1807 da Giuseppe Bonaparte, si realizza un percorso teatrale che, attraverso l’incontro con esseri magici, abitanti dei luoghi “verdi”, svela ai piccoli spettatori tanti segreti e leggende affascinanti. Lo spettacolo coinvolge attivamente i bambini che possono interagire con i vari personaggi ispirati alle favole, ai miti e alle leggende popolari legate al bosco. “Può essere – spiega l’autrice e regista Giovanna Facciolo – che alcuni siano più dispettosi e indisponenti, altri più disposti ad aiutarci e diventare nostri amici, altri soltanto a guardarci e poi… scomparire. Alla fine di questo viaggio forse anche la scettica guida scientifica si arrenderà all’evidenza e arriverà a credere finalmente all’esistenza di questo “mondo parallelo” che abita i boschi, ma che sopravvive anche nei pochi spazi verdi della città, Orto Botanico compreso”.

La rassegna propone ancora gli spettacoli L’albero del sole da Andersen (da sabato 7 a domenica 29 aprile), Le favole della saggezza da Esopo, Fedro e La Fontaine (da sabato 5 a sabato 26 maggio) e, per finire, Nello specchio di Biancaneve, dai Fratelli Grimm (in prima assoluta, da sabato 12 maggio a domenica 10 giugno).

Biglietto: euro 7, unico per adulti e bambini.

Info e prenotazione obbligatoria:

tel. 0810330619 (ore 9,30 – 17) http://www.iteatrini.it
euro 7, unico per adulti e bambini.

Info e prenotazione obbligatoria:

tel. 0810330619 (ore 9,30 – 17) http://www.iteatrini.it

Orari:
Sabato e domenica, ore 11

Lun./ven. ore 9.30 e ore 11

IL PROGRAMMA:

sabato 24 e domenica 25 marzo, ore 11

IL POPOLO DEL BOSCO di Giovanna Facciolo

sabato 7 e domenica 8 aprile, ore 11

L’ALBERO DEL SOLE da Andersen

(repliche fino a domenica 29 aprile)

sabato 5 e domenica 6 maggio, ore 11 e ore 17 (in occasione di Planta 2018)

LE FAVOLE DELLA SAGGEZZA da Esopo, Fedro e La Fontaine

(repliche fino a sabato 26 maggio)

sabato 12 maggio, ore 11 – PRIMA ASSOLUTA

NELLO SPECCHIO DI BIANCANEVE dai Fratelli Grimm

(repliche fino a domenica 10 giugno).

SCHEDE SPETTACOLI

sabato 24 e domenica 25 marzo, ore 11

IL POPOLO DEL BOSCO di Giovanna Facciolo

Testo e regia di Giovanna Facciolo, con Monica Costigliola, Renata Wrobel, Alessandro Esposito; maschere, figure e costumi di Bruno e Rosellina Leone. Nel magico scenario del Real Giardino delle Piante, voluto nel 1807 da Giuseppe Bonaparte, si realizza un percorso teatrale che, attraverso l’incontro con esseri magici, abitanti dei luoghi “verdi”, svela ai piccoli spettatori tanti segreti e leggende affascinanti. Lo spettacolo coinvolge attivamente i bambini che possono interagire con i vari personaggi ispirati alle favole, ai miti e alle leggende popolari legate al bosco. “Può essere – spiega l’autrice e regista Giovanna Facciolo – che alcuni siano più dispettosi e indisponenti, altri più disposti ad aiutarci e diventare nostri amici, altri soltanto a guardarci e poi… scomparire. Alla fine di questo viaggio forse anche la scettica guida scientifica si arrenderà all’evidenza e arriverà a credere finalmente all’esistenza di questo “mondo parallelo” che abita i boschi, ma che sopravvive anche nei pochi spazi verdi della città, Orto Botanico compreso”.

sabato 7 e domenica 8 aprile, ore 11

L’ALBERO DEL SOLE da Andersen

(repliche fino a domenica 29 aprile)

L’albero del sole è uno spettacolo di Giovanna Facciolo tratto dalle fiabe di Hans Christian Andersen. ’’L’Albero del Sole era un albero magnifico, la sua chioma si estendeva per molte miglia, essa era in realtà una vera foresta e ciascuno dei suoi rami più piccoli era a sua volta un intero albero’’ così Andersen descriveva questa meraviglia della natura nella favola La pietra filosofale. Un bellissimo albero, che contemporaneamente accoglieva ’’sui suoi forti rami palme, faggi, pini, platani e tutte le altre specie vegetali che esistono da un capo all’altro del mondo. Un paradiso in cui si ergeva un castello di cristallo con vista su tutti i paesi del pianeta e su cui brillava sempre il sole’’. A partire da questa suggestione, l’autrice e regista realizza e ambienta lo spettacolo, ispirato alle fiabe di Andersen, nel verde scenario dell’Orto napoletano. Con Monica Costigliola, Adele Amato de Serpis, Leonardo Noto, i costumi sono di Anna Radetich, la regia è di Giovanna Facciolo. ’’Nel descrivere l’Albero del Sole – sottolinea Giovanna Facciolo – ho immaginato che Andersen parlasse dell’Orto Botanico di Napoli e così ho pensato di allestire qui lo spettacolo dedicato proprio al magico albero citato dal grande scrittore danese’’. Nello sviluppo dell’azione, che presenta una consueta struttura itinerante, l’orto napoletano si trasformerà nel mondo incantato del grande Albero del Sole. All’ingresso i piccoli spettatori incontreranno Andersen in persona, alla ricerca disperata dell’ispirazione per una nuova fiaba. Il pubblico sarà così coinvolto dallo scrittore nel viaggio alla scoperta della ‘favola perduta’, percorrendo i sentieri della fantasia attraverso i meravigliosi spazi del giardino napoletano. Di volta in volta, si incontreranno vari personaggi delle fiabe di Andersen, come Pollicina o l’Usignolo dell’Imperatore, che contribuiranno alla soluzione del problema e al proverbiale lieto fine della storia.

sabato 5 e domenica 6 maggio, ore 11 e ore 17 (in occasione di Planta 2018)

LE FAVOLE DELLA SAGGEZZA da Esopo, Fedro e La Fontaine

(repliche fino a sabato 26 maggio)

Da Esopo e Fedro a La Fontaine, drammaturgia e regia di Giovanna Facciolo, con Annarita Ferraro e Melania Balsamo; percussioni di Dario Mennella; maschere e oggetti di scena di Marco Di Napoli. Ai piedi di un bellissimo ulivo, nell’Orto Botanico di Napoli, prendono vita le più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e le civiltà e che ancora oggi tutti conosciamo sin dalla prima infanzia: La volpe e l’uva, La volpe e la Cicogna, Il Lupo e l’Agnello, La volpe e il Corvo, La Cicala e la Formica, La Lepre e la Tartaruga, Gli animali malati di peste, Il lupo e la gru. Le percussioni e le giocose sonorità dialogano dal vivo con i divertenti e ironici personaggi che tramandano sagaci insegnamenti; animali portatori di vizi e di virtù di quell’umanità sempre uguale a se stessa, e che in queste storie si guarda allo specchio. Ogni favola è come un’immagine semplice, comprensibile in ogni luogo e in ogni tempo e quasi sempre traducibile in un proverbio: c’è il furbo, l’ingenuo, il potente prepotente, l’umile, l’ipocrita adulatore, lo sciocco, il previdente, l’arrogante, il presuntuoso, l’innocente. Per tutti c’è una morale che ci insegna a destreggiarci nella vita. Semplici storie per maschere e tamburi, scaltri riflessi di vizi e di virtù, pillole di saggezza quotidiana e morali universali per grandi e bambini.

sabato 12 maggio, ore 11 – PRIMA ASSOLUTA

NELLO SPECCHIO DI BIANCANEVE dai Fratelli Grimm

(repliche fino a domenica 10 giugno).

Uno spettacolo di Giovanna Facciolo, ispirato alle fiabe dei F.lli Grimm. Protagonista dello spettacolo è lo specchio di Biancaneve. Stanco della stessa famosa domanda “Specchio, specchio delle mie brame chi è la più bella del reame?” che lo perseguita da secoli, si è ribellato alla propria schiavitù abbandonando la sua fiaba e fuggendo lontano dalla cattiva e prepotente Regina, preoccupata solo della propria bellezza. E qui, proprio tra gli alberi dell’Orto Botanico, si è infine rifugiato, in cerca di po’ di tranquillità e altre fiabe da “riflettere”. Così, seguendolo, attraverseremo i boschi delle fiabe più conosciute, evocati dallo scenario naturale di questo luogo incantevole, dove incontreremo Biancaneve, Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel e le loro storie, streghe e lupi compresi. Ma siamo sicuri che la cattiva Regina si sia rassegnata a non ottenere più la sua risposta?

A teatro in famiglia… in giardino (25-26 novembre)

Al Teatro Piccolo Bellini va in scena uno spettacolo adatto ai bambini, Pop up Garden, il 25 e 26 novembre (con tariffa family!).

E’ uno spettacolo dedicato a Gilles Clement (botanico, poeta e giardiniere) e a quei piccoli eroi che dal nulla creano giardini nei luoghi più impensati. E’ un invito all’osservazione delle piante, al loro modo di danzare mosse dal vento, al loro essere al tempo stesso generose e capricciose.

Nel nostro giardino all’inizio non c’è nulla, soltanto il Signor Bu.

Bu ama gli spazi vuoti e abbandonati come i cortili delle vecchie fabbriche, li ripulisce ben bene e poi… POP! Succede che arriva una lucertola e chiede: “perché non metti dell’edera al posto dell’asfalto?” Ecco che Bu dal nulla crea piccole aiuole, aggiunge un po’ di terra e subito il cortile si trasforma.
Lo spettacolo è adatto ai bambini e ai ragazzi, che durante lo show saranno invitati a salire sul palcoscenico per interagire con la tecnologia diventando parte integrante della performance.​​​​​​​​

Dove:

teatro Piccolo Bellini,
Via Conte di Ruvo 14
80135 Napoli
081 549 1266

Quando:
25 e 26 novembre​

biglietti (in vendita da domani 29 settembre)
€ 18 intero
€15 ridotto
€10 under 29

prezzo speciale family per questo spettacolo: l’adulto accompagnatore paga il prezzo ridotto (10 €) come il bambino.

 

 

I Teatrini dell’autunno all’Orto Botanico

Tornano le Fiabe d’autunno de I Teatrini, il teatro per tutta la famiglia di cui ho avuto sempre un’ottima impressione. Si svolgono all’Orto Botanico di Napoli… da non perdere!ogni sabato e domenica ore 11 (costo 7 euro).

Ecco il programma:

 

16 e 17 settembre, IL POPOLO DEL BOSCO di G. Facciolo
23 e 24 settembre, COME ALICE… da L. Carroll
30 settembre e 1 ot­­tobre, NEL REGNO DI OZ da L. Frank Baum
7 e 8 ottobre, 
L’AL­­BERO DEL SOLE da Andersen
14 e 15 ottobre, 
ARTÙ E MERLINO


21 e 22 ottobre, GLI ALBERI DI PINOCCHIO da Collodi
28 e 29 ottobre, 4, 5, 11 e 12 novembre, 
STORIE DI ALBERI E DI BAMBINI (novità)


18 e 19 novembre, 
FESTA DELL’ ALBERO 2017

 

Info: I Teatrini: 081 0330619 (dalle 9.30 alle 17.00)

email: lascenasensibile@libero.it

 

Corsi di teatro Vomero e Chiaia, open day 3 ottobre

teatro nel baule 2018
Il Teatro nel Baule propone corsi per bambini (dai 6 anni) e adulti a Monte di Dio e a via Solimena.
L’Open day è martedì 3 ottobre.
Info e prenotazioni:
3895182116 – 3487335857
PROGRAMMA:
A INVENTARE IL TEATRO 
CLASSE 6/9 ANNI
 
Diretto da: Sebastiano Coticelli e Simona Di Maio
Altri insegnanti: Luca Di Tommaso, Gabriella Rinaldi, Chiara Falanga, Ludovica Sodo, Angelica Di Ruocco
Il percorso laboratoriale è incentrato sulla ricerca delle capacità creative,
fisiche e vocali dei bambini.
Argomenti di studio:
Riscaldamento e giochi teatrali
Sensibilizzazione al ritmo
Principi di mimo
Scrittura creativa
Respiro, emissione vocale e canto
Burattini e tecniche di animazione di oggetti
Improvvisazione corale e singola
A Napoli in via Solimena, 92 tutti i martedì dalle 17 alle 18.30
A Napoli in via Montedidio 6 tutti i giovedì dalle 18 alle 19
A Gragnano in via San Sebastiano tutti i mercoledì dalle 16.30 alle 18
CORPI IN ASCOLTO
CLASSE 10/13 ANNI
CLASSE 14/18
 
Diretto da: Sebastiano Coticelli e Simona Di Maio
Altri insegnanti: Nicola De Matteo, Sara Missaglia, Gabriella Rinaldi
Ascoltare l’altro e ascoltarsi è il primo passo per imparare ad avere fiducia nelle proprie possibilità, scoprire i propri limiti e trasformarli in attitudini positive.
Argomenti di studio:
Training fisico
Principi di acrobatica
Esercizi di relazione con gli altri e con lo spazio
Principi di mimo corporeo
Dizione
Scherma teatrale
La vocalità, il ritmo e il coro
Scrittura creativa
Improvvisazione corale e singola
A Napoli in via Solimena, 92 tutti i giovedì dalle 17 alle 18.30 e dalle 18.30 alle 20
A Napoli in via Montedidio, 6 tutti i giovedì dalle 19 alle 20
A Gragnano in via San Sebastiano tutti i mercoledì dalle 18 alle 19.30
 
CORPI IN GIOCO
CLASSE OVER 18
 
Diretto da: Simona Di Maio
Altri insegnanti: Luca Di Tommaso, Sara Missaglia
Percorsi integrati con maestri nazionali e internazionali (interpretazione del testo teatrale, clownerie, scherma teatrale)
Il corso è per tutti, per chi è curioso, per chi sogna, per chi vuole conoscere, per chi vuole riscoprirsi, incontrare, migliorare le proprie capacità relazionali e le proprie possibilità creative.
Argomenti di studio:
Il corpo organico: respiro, gesto, equilibrio e disequilibrio
il corpo in relazione: gli altri e lo spazio
Il coro
Principi di mimo
La maschera neutra
il suono, la voce e il testo
Storia del teatro
improvvisazione singola e di gruppo
A Napoli in via Solimena, 92 tutti i martedì dalle 19.30 alle 22
Percorsi integrati con maestri nazionali e internazionali (interpretazione del testo teatrale, clownerie, scherma teatrale)
 
 
 EVENTO SPECIALE: WORKSHOP CON i FAMILIE FLOZ! 
 
 

Regaliamo Le Nuvole

 

REGALA UNA STORIA, REGALA IL TEATRO: un’idea originale di regalo di Natale arriva dal Teatro, con la card LE NUVOLE YOUNG a ingresso agevolato (€21 invece di 24 per 3 spettacoli o €36 invece di 48 per 6 spettacoli).

Le card sono valide solo per spettacoli teatrali al Teatro dei Piccoli di Napoli fra quelli di seguito indicati ed inseriti nel cartellone YOUNG 2016/2017 mentre i biglietti potranno essere acquistati per tutti i singoli eventi, inclusi anche le visite con spettacolo nei musei e siti archeologici.

L’accesso ai servizi richiede il preacquisto e la prenotazione a:

 0812395653 / 0812397299 (feriali 9.00/17.00) 

info@lenuvole.com

 facebook teatrolenuvole

 www.lenuvole.it

Dicembre si chiude con  NATALE A SUON DI HIP HOP della Compagnia Teatrale Monica Mattioli  in scena alla SALA PIER PAOLO PASOLINI al TEATRO DEI PICCOLI di Napoli, domenica 18 dicembre ore 11.00.

Un’attrice aspetta con impazienza un ballerino Hip Hop per iniziare lo spettacolo, ma lei, senza di lui, è spiazzata. Le luci del palcoscenico si accendono, la musica riempie la sala ma del ballerino neanche l’ombra e l’attrice in una goffa danza cerca di riempire quel vuoto…quando per lei tutto sembra perduto arriva lui, “il ballerino”, che con le sue abilità e le sue danze trascinerà tutto il pubblico nelle storie dei libri.

Il divertente e poetico spettacolo affronta il Natale visto dagli occhi di tre differenti bambini.

Nel Complotto dei Babbi Natale, Rodolfo dopo aver letto sui giornali che Babbo Natale non esiste va alla sua ricerca attraversando l’oceano fino a che scopre  …… e poi in Goumba, un bambino africano che non conosce il Natale, viene invitato dalla sua compagna di classe a chiedere un regalo a Babbo Natale e Goumba chiederà un regalo un po’ insolito agli occhi della sua amica… ed infine Nel Pacchetto rosso si racconta di Anna e della sua nonna che regala un pacchetto rosso a un guardaboschi che a sua volta lo regalerà allo spazzacamino che a sua volta …fino a che il pacchetto rosso arriverà nelle mani dei bambini del pubblico e…

In teatro nell’attesa del Natale si riderà e ci si emozionerà.

I piccoli racconti sul tema del Natale, tra gag e giochi teatrali, sono narrati da Monica Mattioli con l’utilizzo di oggetti e sono danzati da Massimo Prandelli tra note di musica hip hop, classici di Natale rielaborati in chiave hip hop e musica neoclassica.

dai 3 ai 9 anni 

narrazione, uso di oggetti, danza

una produzione Compagnia teatrale Mattioli_ di Monica Mattioli_con Monica Mattioli e Massimo Prandelli

YOUNG 2017 stagione festiva per le nuove generazioni 

Al TEATRO DEI PICCOLI NAPOLI

 domenica 5 febbraio ore 11.00 

teatro d’attore e di figura

VOGLIO LA LUNA – atgtp – dai 3 ai 9 anni

Fabio è nella sua cameretta, alle prese con i suoi giochi ma soprattutto con comandi, raccomandazioni e rimproveri della mamma. Non è per niente tranquillo, gli sembra che le cose non vadano mai come lui vorrebbe e di non poter far niente per cambiarle. Finché una notte, come per magia, viene svegliato da un so o di vento e si accorge che lì, proprio nella sua camera, è venuta a trovarlo la luna! E’ bellissima, grande, luminosa… decide che vuole averla a tutti i costi e parte per una fantastica avventura alla ne della quale riesce a catturare la luna e a portarla in camera sua. Solo che Fabio non sa che nel mondo, senza più la luna nel cielo, i problemi sono appena cominciati. Comprenderà allora che non sempre si può volere tutto per sé ciò che appartiene anche agli altri… e con un gesto magico e poetico deciderà di condividere lo splendore della luna con il pubblico dei bambini. 

 domenica 19 febbraio ore 11.00

teatro d’attore 

LA REGINA DELLE NEVI – armamaxa teatro – dai 6 ai 12 anni

La Regina delle Nevi, la fiaba più bella e complessa di H. C. Andersen, racconta dell’amicizia tenera e strettissima tra due ragazzini, Gerda e Kay. La “crisi” provocata dalla scomparsa dell’amico diventa l’occasione per lei di mettersi in viaggio, di abbandonare il mondo protetto dell’infanzia per avventurarsi in quello incerto e con ittuale dell’adolescenza. Al termine di questo lungo cammino i due amici ritorneranno cambiati, cresciuti, entrambi adulti eppure bambini, bambini nel cuore; ed era estate e offrivano le rose. Per per raccontare questa storia abbiamo scelto: la neve, un’altalena, lo specchio, i Led Zeppelin e petali di rosa… bianchi. 
domenica 5 marzo ore 11.00

teatro d’attore 

AHIA! – teatri di bari – dai 6 agli 11 anni

Lassù… o laggiù… insomma, in quel luogo dove le anime si preparano a nascere per la prima o per l’ennesima volta, c’è un problema: una piccola anima proprio non ne vuole sapere di venire al mondo. L’Ufficio Nascite e il Signor Direttore le hanno provate tutte per convincerla, ma niente! Possibile? Tutti fanno la fila, si danno dei gran spintoni pur di vedere com’è fatta la Vita… e lei invece proprio non ne vuole sapere. Una donna anziana che racconta dell’essere bambini, della paura del Dolore e delle piccole e grandi difficoltà: la fatica, la delusione, la paura di non farcela, la malattia. E di quel rifiuto, dei piccoli come dei grandi, di affrontare e attraversare tutto ciò che non è piacevole, facile, immediatamente ottenibile, faticoso. Ma soprattutto per raccontare la gioia della Vita. E scoprire che forse, proprio come nelle fiabe, senza quegli scomodi “Ahia!” non si può costruire nessuna felicità. 

domenica 26 marzo ore 11.00

teatro d’attore e di figura

ROBINSON CRUSOE. L’AVVENTURA – atgtp – dai 6 ai 10 anni

Il primo romanzo di avventura della letteratura moderna rivive sul palco grazie a uno spettacolo divertente e dolce allo stesso tempo. Un giovane ragazzo inglese, Robinson Crusoe, lotta contro gli ostacoli che la vita gli presenta (e saranno molti!) per conquistare il suo sogno più grande: essere un marinaio ed esplorare il mondo. Ci riuscirà, ma come ogni impresa grandiosa, il prezzo da pagare sarà enorme, gli imprevisti moltissimi e la ricompensa immensa: essere un uomo libero! 

Robinson decide di lasciare la sua agiata famiglia contro il parere del padre. Poco dopo il sogno di diventare un vero marinaio si spezza in un terribile naufragio che lo lascerà solo su un’isola in mezzo all’oceano. Si dedicherà in solitudine a costruire il suo mondo e la sua vita finché un uomo a cui darà il nome di Venerdì approda sull’isola: finalmente qualcuno con cui parlare, a cui insegnare. All’arrivo della nave che li porterà in salvo, Robinson potrà tornare a casa portando con se Venerdì, che però si rifiuterà di seguirlo. Il protagonista prende finalmente coscienza che non può imporre a Venerdì la sua volontà e che, se vuole veramente essere un uomo libero, deve lasciare l’amico libero di scegliere della sua vita. 
venerdì 7 aprile ore 19.00

lezione spettacolo, narrazione

STUPIDORISIKO. UNA GEOGRAFIA DI GUERRA – emergency – dai 12 anni

Una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze.
 Il racconto, partendo dalla Prima Guerra Mondiale e passando per la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, arriva fino alle guerre dei giorni nostri. Episodi storicamente documentati e rappresentativi della guerra si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano e che rappresenta il soldato di oggi. “Mi chiamo Mario Spallino, anzi Super-soldato Mario, mi sono arruolato perché pensavo che fare il soldato fosse un buon lavoro per costruirmi un futuro solido, per avere un’indipendenza economica, per girare il mondo, per difendere la Patria! Sono diventato un soldato e ho fatto la guerra. Necessaria? Giusta? Umanitaria? Io sono solo un soldato, non sono uno stratega, né un politico, ma ho visto che la guerra uccide. E che si può evitare.” 

venerdì 21 aprile ore 20.30 

teatro d’attore, interazione con il pubblico

DRACULA – the play group –  in lingua inglese dagli 8 anni

La versione spaventosamente comica del Play Group è basata sull’originale Dracula di Bram Stoker, la horror story più famosa del mondo: scritta nel 1897, l’opera è un bell’esempio di romanzo dell’orrore gotico ed è un classico della letteratura inglese. Questa terrificante favola del terrore farà rabbrividire i vostri studenti con tanto humor inglese. In scena vampiri voraci, pazzi mangiatori di insetti, lupi selvaggi, ghirlande di aglio, paletti di legno, spose splendide ma assettate di sangue e il signore dei non-morti, principe delle tenebre … il Conte Dracula stesso. Il riso fa buon sangue! 
Teatro dei Piccoli, viale Usodimare/via Terracina – NAPOLI 

ingresso posto unico €8,00_prevendita su http://www.etes.it (on line fino alle h24 del giorno precedente/nei punti vendita fino a 2 ore prima dell’evento)
Info e prenotazioni 

Tel 081 2395653 (feriali ore 9|17) / 081 2397299 (solo orari spettacolo) o info@lenuvole.com http://www.lenuvole.it