Benevento Longobarda

 

Piazza Castello BN

Foto trovata su internet

Nei giorni 25-26-27-28 giugno nel centro storico di Benevento (Piazza Castello) e luoghi collaterali si svolgerà un ciclo di rievocazioni storiche incentrate sulla figura di Arechi II, ultimo Duca e primo Principe di Benevento, a cui sono legati alcuni avvenimenti fondamentali per la storia della città (La contesa di Sant’Eliano).

Ci si potrà tuffare nella Benevento Longobarda di 1250 anni fa.

Per l’edizione 2015 (la quarta) si darà continuità alla contesa di Sant’Eliano, rievocazione storica nella quale le Fare cittadine si affronteranno in gare di forza, coraggio e destrezza per stabilire chi potrà conservare per il prossimo anno le Reliquie di Sant’Eliano, prode soldato morto a Sebaste e martire. Ciascuna Fare cittadine voleva godere dei benefici derivanti dalla sua custodia, per le sue benefiche proprietà, ecco la contesa.

L’evento è curato dall’Associazione Culturale Benevento Longobarda www.beneventolongobarda.it.

L’idea è nata in seguito all’iscrizione del complesso monumentale di Santa Sofia ( si trova a Benevento) nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco all’interno del sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi di culto e di potere (568-774 d.C.)”. La Chiesa di Santa Sofia è testimonianza di un periodo di splendore per la città, simbolo di una civiltà e che ha permeato la società e il territorio locale.

L’associazione, in realtà è stata/sarà impegnata in tre luoghi significativi per l’affascinante storia della Longobardia Minor.

Il primo evento si è svolto a Ponte, nei giorni 6-7 giugno. E’ stata l’occasione per rivivere l’Antica Via Latina di 1300 anni fa e per inaugurare la mostra permanente “Harimann: il guerriero ritrovato”, curata dall’associazione, che resterà nell’Abbazia longobarda di Sant’Anastasia dove si è svolto l’evento e sarà gestita dal Comune di Ponte (BN).

Il secondo evento si svolgerà a Salerno, sabato 13 e domenica 14, nella piazzetta del Tempio di Pomona, e che consisterà nella rievocazione storica de “L’Assedio Saraceno”, curata dal gruppo storico Gens Langobardorum, a cui prenderà parte anche una delegazione di Benevento Longobarda.

Il terzo evento sarà l’attesa quarta edizione de “La Contesa di Sant’Eliano 2015”, che si svolgerà dal 25 al 28 giugno in Piazza Castello a Benevento.

Il terzo evento, in particolare, il cui ricco ed interessante programma è consultabile sul sito dell’associazione sopra indicata, (Benevento Longobarda.) sarà accompagnato da appuntamenti ed iniziative che si ripeteranno in orari diversi e in diversi giorni, alcuni dei quali richiedono una prenotazione obbligatoria – Posti riservati e riduzioni per possessori Scramacard . Per cui è bene organizzarsi in tempo!

Come da programma vi sarà la collaborazione attiva di altre associazioni, di compagnie teatrali, di volontari che contribuiranno al  successo dell’evento e cosi via.

Tra le iniziative adatta ad adulti e piccini sono da annoverare :

l’apertura straordinaria dell’Antica Abbazia di San Lupolo e Zosimo detta dei Morticelli a cura del FAI sezione Benevento

La presentazione del fumetto SPATHA LANGOBARDORUM

Lo spettacolo storico itinerante “La ronda di guardia”

Degustazioni Spettacolo Il vino nella storia

Incontro con Elena Percivaldi medievista e scrittrice

Racconti Storici Itinerante sulle tracce dei Longobardi

Racconto popolare per grandi e piccini Grimoaldo il Cavaliere Longobardo di e con Angelo Miraglia

spettacolo teatrale per bambini La spada nella roccia a cura della Compagnia delle Spille

Apertura dei Banchi Didattici di Archeologia Sperimentale…………….e tante altre iniziative ancora

Palio dei Cavalieri, Palio dei Servanti ecc.

L’Associazione culturale Benevento Longobarda realizzerà l’allestimento di un villaggio longobardo con un mercato medievale, un accampamento militare, banchi di antichi mestieri ed inoltre cortei, tornei, spettacoli, pranzi e musiche, tutto rigorosamente ispirato al periodo longobardo.

 

Gli spettacoli sono suggestivi , incantano in uno scenario quasi magico.

 

Dinosauri e parco del Grassano: natura beneventana

 

foto 3fot 200191p5c

(Le foto sono di Rosario Lavorgna 2001  – Powered by M. Orsino http://archivio.comunesanlorenzello.it/ARCH_FOTO_2010/parco_dinosauri/index.html). Le foto del parco del grassano sono state  prese dal sito http://www.parcodelgrassano.it)

                                                                                                                Una gita fuori porta

      Un itinerario per noi…..perfetto

……Finalmente una gita all’insegna della famiglia dove grandi e piccoli possano liberamente trascorre momenti piacevoli di attività o di relax come meglio crede.

…..Bisogna convincere i bambini  almeno quelli più grandicelli con una meta che li tenga buoni e non si lamentino  “ Uffà sempre in macchina ….ma dove ci portate?”

…..Usciamo dai confini della nostra città ….

Così , quattro famiglie decidono di fare una gita.

L’obiettivo è il Parco dei Dinosauri , si trova  a San Lorenzello, comune beneventano di 2.340 abitanti.

Il comune condivide con la vicina Cerreto Sannita da oltre tre secoli l’arte della ceramica e confina con i comuni di Castelvenere, Cerreto Sannita, Cusano Mutri, Faicchio, Guardia Sanframondi, San Salvatore Telesino ed è attraversato dal corso del fiume Titerno.

San Lorenzello fa parte della Comunità montana Titerno e Alto Tammaro.

Avendo letto delle recensioni più che un parco quello dei dinosauri di San Lorenzello è  un giardino    con delle riproduzioni di dinosauri in vetroresina ad altezza uomo ed alcune molto alte. La visita al parco quindi sarebbe stata molto breve.

A questo punto per non perdere l’attrattiva, abbiamo visto quali comuni limitrofi potessero offrire attività, intrattenimento, relax. Era l’ultima domenica del mese c’era Mercantico, laboratori di ceramica aperti al pubblico ma preferivamo qualcosa che intrattenesse i bambini in modo costruttivo.

Dopo aver valutato diverse possibilità abbiamo scelto come next stop il parco del Grassano a San Salvatore Telesino ad una distanza di 15 minuti ( con la macchina ) da San Lorenzello.

Pensando di aver fatto bingo siamo partiti con il sole in fronte e con tanto ottimismo.

L’entusiasmo dei bambini è stato contagioso al parco dei dinosauri (San Lorenzello). I nostri bambini di età tra i 3 e gli 8 anni alla vista delle installazioni in questa piccola pineta hanno cominciato a correre, a prendere contatto con questi esseri immobili ma in alcuni casi anche paurosi e misteriosi, a mettersi in posa per immortalare l’evento, a fare ognuno la propria esperienza con il dinosauro più simpatico.

Alcuni dinosauri hanno perso il loro colore originario ma a detta della cooperativa che gestiva il parco, tutti gli esemplari saranno restaurati . Un dinosauro infatti aveva riavuto da poco il suo colore più vivace.

Abbiamo visto una proiezione breve, simpatica per i più piccoli , forse insufficiente dal punto di vista didattico per i bambini più grandicelli (dai 9 anni in su) ma che li ha affascinati ugualmente passando da un’era all’altra. Il video ha proiettato foto dei principali esemplari e schede sintetiche .

Nel parco/giardino c’è un’area picnic in pineta niente male, lì infatti ci siamo rilassati tantissimo.

Abbiamo scattato tante foto, poi abbiamo ripreso i nostri pargoli in pascolo sparsi e ci siamo diretti nella suggestiva valle telesina .

II step: Siamo arrivati al Parco del Grassano nome che deriva dall’omonimo torrente dalle acque gelate, provenienti da sorgenti del Matese e che  attraversa l’intero parco che si estende per 120.000 mq.

Il modo migliore per apprezzare la particolare trasparenza delle acque del Rio Grassano è navigarlo in canoa (si noleggiano, infatti) o in kayak . Un habitat perfetto per lontre, nutrie e uccelli acquatici, ma non per i pesci a causa delle basse temperature.

Una ricca flora verdeggiante, perfettamente visibile, occupa i fondali. Salici, pioppi, tigli e piante igrofile, costeggiano il corso d’acqua e contribuiscono ai giochi di luce.

Qui avendo nei precedenti giorni prenotato (condizione sine qua non ) un gazebo con barbecue , ci siamo dedicati ad una speciale grigliata di carne.

Una sensazione di serenità e pace ci ha avvolti nonostante il numero elevato di  visitatori .

Una passeggiata lungo il fiume breve ma estremamente piacevole , partite di pallone, fermata al chioschetto per un caffè o un gelato ai più piccoli, schizzi di acqua, brevi immersioni dei tanti piedini nella gelida acqua del Grassano, chiacchierate e tante risate …..così abbiamo trascorso un bellissimo pomeriggio.

Siamo andati via verso le 19,00 , i bambini a gomitolo si sono addormentati in macchina, il nostro rientro a casa è stato silenzioso, breve e carico di serenità.

http://www.parcodelgrassano.it/

http://www.jurassicpark.it/ in allestimento. Per chiamare il parco eventualmente andare sul sito del comune di San Lorenzello.

24 maggio Festa delle Oasi WWF

 

SAM_1770

Il 24 maggio c’è grande Festa nazionale nelle Oasi WWF 2015  Elenco oasi wwf-sito ufficiale.

Ebbene chi vuole vivere una giornata all’aperto (anche se le previsioni meteo non promettono nulla di buono) e rifarsi i polmoni tra le oasi campane vale ricordare e non solo in tale occasione l’ Oasi wwf  “Bosco di San Silvestro”.

L’oasi si trova a Caserta, nel bosco di San Silvestro, sulle colline di Montemaiulo e Montebriano da cui si domina l’intero Complesso Vanvitelliano della Reggia e scende la Cascata che anima con le sue acque le fontane del Parco.

Quest’oasi è stata scelta quest’anno, per ospitare l’evento nazionale, ci sarà quindi la diretta Rai per la trasmissione Ambiente Italia -Rai tre.

Contatti dell’oasi : Tel.  0823/361300 –Cell. 329-1003808 – 347-7974488-       Fax 0823/446110

Continua a leggere

Benevento per i bambini

SAM_1770

Cari genitori colleghi, mi presento, sono Anna, una napoletana verace pronta a scrivere un articoletto su Benevento e dintorni, una parte di essa che sto scoprendo e che voglio diffondere.

Mi sono spostata da Fuorigrotta quartiere natio ad un altro quartiere flegreo, Bagnoli zona “ la Pietra” infine a Airola città caudina.

Penserete che sia diventata una “Napolide” per coniare un termine di Erri De Luca? No nemmeno per sogno, mi sono diretta in altro capoluogo campano non tanto lontano, dove le mie origini non potessero essere raschiate, ad una distanza tale da ritornare a Napoli tutte le volte che avrei voluto.

Il blog Napoli Per Bambini è un modo per sentire la città ancora e anche mia!

Mi sono recata ad Airola nella provincia di Benevento ricca di storia, di suggestioni archeologiche e di affascinanti paesaggi, che con i suoi silenzi mi ha stimolato a ricercare punti, spazi, creatività, paesaggi, persone non tanto per un mio intimo bisogno ma soprattutto con lo scopo di far esplorare ai miei bambini mondi e esperienze nuove, allungare le radici o allargare la chioma non so ancora….

Vorrei quindi elencarvi alcune delle mie scoperte finora esplorate a Benevento e provincia e che se mi darete la possibilità, ve le proporrò via via, essendo ugualmente degne di nota.

Ho trovato molto affascinante e

Continua a leggere