Teatro a merenda a Sant’Agata dei Goti

Il Casale delle Arti
presenta
Teatro a merenda
Laboratorio di Ecoteatro e Merenda per bambini e ragazzi
a cura di Giorgia Guarino

Un laboratorio di ecoteatro ,un laboratorio ispirato ed in stretta relazione con la natura circostante. Un laboratorio in cui il verde delle foglie, la pioggia che bagna il terreno, il mormorio degli uccelli tra le fronde del lauro saranno pura linfa per il lavoro che faremo insieme.

Un lavoro di consapevolezza corporea, di relazione con i compagni e con lo spazio circostante, una continua ricerca e sperimentazione mettendosi in gioco, rimanendo in ascolto e rispondendo agli stimoli che regala la natura generosa e, magari, donandogliene di nuovi.

Il laboratorio non sarà solo un momento di condivisione di gioco teatrale, condivideremo pezzetti di vita, condivideremo uno dei momenti più gioiosi della vita di un bambino: la merenda e la scoperta della possibilità di prepararsela da soli, mettendoci le mani, l’impegno, il gioco, la collaborazione, proprio come avviene col teatro.

Un vecchio proverbio un po’ brontolone, ma anche molto saggio dice” Prima di conoscere bene una persona, ci devi mangiare insieme sette rubbi di sale…….…”, sostituiremo il sale con lo zucchero e faremo la stessa cosa… ci conosceremo condividendo la merenda.

Qui le ricette: https://www.youtube.com/watch?v=QBHLiteCpfs

Il laboratorio sarà articolato nel seguente modo:

-preparazione della merenda, i bambini saranno impegnati nella preparazione di un dolcetto

-mentre il dolce è nel forno noi giochiamo a fare teatro, o meglio ecoteatro, un laboratorio teatrale ispirato dalla Natura e a Lei e strettamente connesso

-quando il dolce è pronto, anche noi saremo pronti per fare merenda insieme

Qualche dettaglio in più…

Dove? Nella struttura artistica eco-integrata Il Casale delle Arti, in Sant’Agata de’Goti http://www.ilcasaledellearti.org/ilcasalewordpress/?page_id=104

Gli spazi del laboratorio: per l’ecoteatro avremo a disposizione la campagna che circonda il casale, gli spazi attorno alla biopiscina e la sala curcuma, uno spazio al chiuso le cui grandi vetrate richiamano le forme di uccelli con le ali spiegate, il saliscendi delle colline circostanti e al cui interno entra tanta luce e verde, il pavimento è in legno e sa di spezie.http://www.ilcasaledellearti.org/ilcasalewordpress/?page_id=135

La merenda: useremo solo prodotti freschi, lo zucchero è grezzo di canna, l’olio è quello spremuto a freddo dalle olive del casale da noi raccolte a mano, la farina la compriamo in un mulino qui vicino e il miele da un apicoltore, che lo fa così buono che sembra cioccolata.

E i genitori?

Sono i benvenuti! durante la preparazione del dolce ed il laboratorio potranno utilizzare gli altri spazi al chiuso o all’aperto del Casale per rilassarsi un po’o potranno fare una passeggiata nei dintorni, siamo a 10 minuti dal centro storico di Sant’Agata de’Goti, o magari potranno andare a comprare la farina o il miele o tante verdure buone per preparare la cena.

E a merenda potranno bere con noi una tisana con erbette aromatiche ed assaggiare le squisitezze preparate dai loro figli.

Tempi

Due sabati al mese da ottobre a maggio, due ore ad incontro. L’orario di inizio segue le ore di luce,variando dalle 16 alle 17 a seconda del mese

Calendario

Ottobre: 20 dalle 16.30 alle 18.30

Novembre: 10-24 dalle 16 alle 18

Dicembre: 1-22 dalle 16 alle 18

Gennaio: 12-26 dalle 16 alle 18

Febbraio: 9-23 dalle 16.30 alle 18.30

Marzo: 9-23 dalle 16.30 alle 18.30

Aprile: 6-13 dalle 17 alle 19

Maggio: 4-18 dalle 17 alle 19

Giugno: 1 dalle 17 alle 19

Il laboratorio è aperto ad un numero massimo di 10 partecipanti.

Costo: 120 euro, 100 euro per il secondo fratello

Per prenotazioni e maggiori informazioni
Ass cult.Il Casale delle Arti 3474083461 info@ilcasaledellearti.org
http://www.ilcasaledellearti.org

A Natale, solo biscotti? Facciamoci il grembiule da piccoli cuochi.

Oggi ultimo giorno di scuola. Da domani e fino al 6 gennaio i vostri pargoli sono tutti per voi…..Bello, bellissimo ma come tenerli impegnati? Se poi decide di mettersi di mezzo anche il tempo e non si può uscire a passeggiare, l’impresa diventa davvero ardua. Provo a lanciarvi una proposta. Dato che saranno stanchi di biscotti da appendere sull’albero di Natale, omini di pan di zenzero e cup cake o muffin da infornare e dal momento che ci siamo lasciati dicendo che una cucina deve anche essere “a misura” di bambino se vogliamo coinvolgerli in attività culinarie, perché non preparare con loro il proprio grembiule da piccoli cuochi? Può diventare anche un’idea da regalare per un nipotino o il figlio di una cara amica.

Vi basteranno nastro adesivo per tessuti, cordoncini, stracci da cucina e tovaglioli che non utilizzate più. Lo straccio deve essere possibilmente rettangolare: ai vostri figli chiedete di ripiegare verso l’interno i due angoli superiori e aiutateli ad attaccarli con del nastro adesivo specifico per stoffe. A voi, invece, cucire i cordoncini per il collo e la vita. Anche i cordoncini possono essere ricavati da vecchi canovacci o fazzoletti. Vi consiglio di utilizzare tessuti a tinta unita così che poi le decorazioni le possano fare loro. Basteranno dei cartoncini colorati su cui disegnare tanti utensili da cucina che, una volta ritagliati, potranno essere applicati con lo stesso nastro adesivo utilizzato all’inizio. Con uno straccio riuscite a fare sicuramente un grembiule per un bimbo di 4 anni, ma se il vostro gnomo ha un’età compresa tra 1 e 3 anni, vi basterà anche un grosso tovagliolo. In questo caso sarà necessario piegare verso l’interno una sola estremità.

L’idea mi è venuta curiosando sul sito di Stephanie Lynn. Qui trovate l’idea di base mentre per le decorazioni – come ho fatto io con lo gnomo – potete dare sfogo alla fantasia dei vostri bimbi: colori per tessuti, fiocchi, anche la stessa pasta. Farfalle e rigatoni sono perfetti per creare decori.

Lasciateli pasticciare e divertitevi con loro.

Lucia, mamma di un bimbo di tre anni, appassionata di cucina per bambini, con Le Cugine adora far pasticciare i bambini in cucina. Ogni settimana ci porterà nel suo mondo fatto di cose buone da comprare, cucinare e mangiare insieme ai bambini. Con un occhio al nostro territorio e alle nostre tradizioni!

Una cucina a misura di bimbo. Perché non cominciare a Natale?

Lo gnomo negli ultimi mesi – da quando va a scuola, soprattutto – mi dice spesso, quando mi vede affaccendata: “Mamma, posso aiutare?” E così è cominciata la nostra avventura insieme in cucina. E quando ho capito che ci prendeva gusto, che stare con me in cucina lo rendeva più curioso verso le novità in fatto di cibo, ho deciso che era il caso di attrezzarsi. Per cui se – in queste feste di Natale – complice un po’ più di tempo a disposizione, volete tentare a vostra volta questa avventura a 4 mani in cucina, vi consiglio di renderla prima a misura dei vostri bimbi altrimenti rischiate solo capricci (per loro) e isterismi (per voi).

Image

E allora fondamentale è uno sgabello se i vostri piccoli – come il mio – non arrivano ancora al piano di lavoro.

Certo possono stare seduti e lavorare sulla tavola ma – vi assicuro – che in piedi funziona meglio. Una spianatoia dove far appoggiare loro gli impasti (conviene sempre partire da quelli); un mattarello su misura per loro. Impresa non titanica dato che se trovano di tutte le fogge e i colori. Delle spatole che saranno il loro strumento di taglio senza che incorrano in rischi; un grembiule solo per loro (idem come i mattarelli, cioè se ne trovano tranquillamente anche nei negozi che vendono divise da lavoro) e ciotole di plastica di varie dimensioni dove pesare gli ingredienti e dove farli lavorare.

L’industria di utensili da cucina – così come l’editoria – non si è lasciata sfuggire questa nuova “fetta di mercato” (magari su questo argomento tornerò poi in un altro momento dandovi delle dritte) e per far lavorare in sicurezza i bimbi in cucina ormai c’è di tutto.

Se vedete che ci prende gusto, che si diverte, che vi divertite anche voi e che il suo rapporto con il cibo migliora, allora potrete “affinare” i vostri acquisti e passare a taglia biscotti di varie forme ( io sto lavorando molto con lettere e numeri così uniamo l’utile al dilettevole), coloranti alimentari per creme, torte e glasse, codette di cioccolato, zucchero colorato e gocce di ogni tipo.

Ma soprattutto rilassatevi e godetevi a piene mani questo momento con vostro figlio.

Lucia, mamma di un bimbo di tre anni, appassionata di cucina per bambini, con Le Cugine adora far pasticciare i bambini in cucina. Ogni settimana ci porterà nel suo mondo fatto di cose buone da comprare, cucinare e mangiare insieme ai bambini. Con un occhio al nostro territorio e alle nostre tradizioni!